Asset 12 Asset 10 Asset 15 Asset 15 autodesk_icon_font_04_06_16_kl Asset 11 autodesk_icon_font_04_06_16_kl autodesk_icon_font_1_18_17_start_over-01
  • Italia

    Sei stato reindirizzato alla pagina corrispondente del sito locale, dove puoi trovare i prezzi e le promozioni disponibili per la tua area geografica, nonché effettuare acquisti online.

    Stay on our U.S. site

Keyboard ALT + g to toggle grid overlay

Definizioni dei termini principali del settore per aiutare l'utente a comprendere l'esperienza BIM connessa.

BIM

BIM o Building Information Modeling / Model / Management. Il BIM è un processo collaborativo che comprende una rappresentazione digitale 3D di un edificio con informazioni associate a ciascuna disciplina (caratteristiche fisiche e funzionali). Esso comprende inoltre l'implementazione di un approccio collaborativo basato sul software ad oggetti AEC. Il modello digitale BIM consente ai soggetti coinvolti di accedere allo stesso database (andando quindi oltre la mera rappresentazione geometrica) per la progettazione, la costruzione, l'implementazione, la gestione e la manutenzione dell'edificio o del progetto di infrastrutture.


BIM Management

Il BIM Management rappresenta il modo in cui vengono organizzati il lavoro e le relazioni tra i soggetti coinvolti di un processo BIM, di norma nell'ambito di una convenzione o un protocollo BIM prestabiliti. Il BIM Management non deve essere confuso con il BIM Manager, il cui scopo consiste nel coordinare un progetto BIM fase per fase e che definisce il protocollo BIM, monitora la metodologia di lavoro, fornisce un supporto nella fase di progettazione, prevede i problemi...


buildingSMART

Associazione internazionale creata nel 1996 (Building fa riferimento all'intero ambiente di costruzione, mentre SMART indica il metodo di costruzione basato su intelligenza, interoperabilità e lavoro in team). Nel 1995 Autodesk diede vita ad un'alleanza privata di dodici società per dimostrare i vantaggi dell'interoperabilità (intesa come scambio completo di informazioni) tra diversi programmi software ad oggetti utilizzati nel settore AEC. L'International Alliance for Interoperability (IAI) fu fondata nel 1996 e ha in seguito cambiato il nome in buildingSMART in modo da riflettere più precisamente la natura e gli obiettivi dell'organizzazione.


BIM Execution plan o BIM Convention

Modelli di documenti di riferimento (guide) disponibili per le aziende o i proprietari AEC (pubblici o privati) e in varie aree geografiche e paesi per fornire un supporto all'approccio BIM.


Open standard

I linguaggi standard (IFC, Cobie, BCF, gbXML...) consentono l'interoperabilità sullo stesso progetto. Un open standard richiede l'utilizzo di un software compatibile con il formato designato. Il software Autodesk supporta gli open standard. Un architetto che utilizza il software Autodesk® Revit® può condividere il suo modello BIM digitale con un ingegnere che utilizza un'altra applicazione software BIM che supporta gli open standard, ad esempio il formato di file IFC (Industry Foundation Class).


IFC (IFC 4)

IFC o Industry Foundation Classes. Formato di dati utilizzato per lo scambio di dati nell'ambito del processo BIM. Lo standard ISO 16739, implementato da diversi produttori di software, consente ai soggetti interessati di comunicare e di scambiarsi informazioni su un progetto in tempo reale. Creato nel 1997, l'IFC ha subito diverse modifiche nel tempo. L'ultima evoluzione risale al 2013, quando l'IFC4 è stato riconosciuto come ISO. Ciò ha consentito di migliorare la coerenza dell'interpretazione e dell'utilizzo del modello, oltre ad aumentare il numero di tipi di progetto disponibili.


Interoperabilità

Possibilità da parte degli utenti di un software di condividere dati con altri strumenti software tramite un metodo di scambio di dati standard comune. Diversi titoli software Autodesk BIM offrono questa possibilità; alcuni esempi sono Revit®, Navisworks®, BIM 360Glue, InfraWorks® 360, AutoCAD® Civil 3D® e Inventor®. Tutti questi programmi sono interoperabili, ovvero offrono la possibilità di partecipare all'openBIM®. Alcuni di questi software utilizzano il formato IFC per l'importazione e l'esportazione; ciò consente ad architetti, ingegneri o appaltatori di integrare i dati negli oggetti BIM e di condividere i modelli.


Modello digitale

Rappresentazione geometrica 3D che consente l'analisi, il controllo e la simulazione del comportamento e delle prestazioni di un oggetto o di un gruppo di oggetti. Per poter eseguire questa analisi avanzata, ciascun elemento presenta informazioni sulle proprietà: ciò prende il nome di modello digitale o BIM.


openBIM® (buildingSMART International)

"L'openBIM® è un approccio cooperativo alla progettazione, la realizzazione e il funzionamento collaborativi degli edifici in base a standard e workflow di tipo "open". openBIM® è un'iniziativa di buildingSMART e di molti tra i principali produttori di software che utilizzano il modello di dati buildingSMART. Diversi formati openBIM® includono IFC e COBie... Ciascun soggetto coinvolto può scambiare dati liberamente con diverse discipline, a prescindere dal software 3D utilizzato."


Open BIM (programma di marketing)

Un concetto concorrente della forma di openBIM di buildingSMART International è la tagline denominata "Open BIM". L'unica differenza sta nella spaziatura e nella lettera maiuscola. La forte somiglianza è voluta. Questo programma di marketing è stato sviluppato da un gruppo di produttori di software BIM allo scopo di promuovere collettivamente i loro programmi. I due loghi vengono confusi in modo da sfruttare l'affidabilità offerta da un'organizzazione no profit neutra che crea standard (buildingSMART International); lo scopo consiste nel trarre vantaggio da questa confusione per trasformarla in margine competitivo.


IFC Viewer

Strumento che consente di visualizzare e analizzare un modello BIM al di fuori dell'applicazione di programmazione di origine. Consente di visualizzare il modello generale o di isolare/selezionare tipi o layer di entità.