Asset 12 Asset 10 Asset 15 Asset 15 autodesk_icon_font_04_06_16_kl Asset 11 autodesk_icon_font_04_06_16_kl autodesk_icon_font_1_18_17_start_over-01
  • Italia

    Sei stato reindirizzato alla pagina corrispondente del sito locale, dove puoi trovare i prezzi e le promozioni disponibili per la tua area geografica, nonché effettuare acquisti online.

    Stay on our U.S. site

Keyboard ALT + g to toggle grid overlay

Informazioni su interoperabilità, openBIM®, IFC e altro ancora.

Cos'è l'openBIM®?

L'openBIM® è un approccio cooperativo alla progettazione, alla realizzazione, al funzionamento e alla manutenzione di edifici in base a standard e workflow di tipo "open", che consentono ai soggetti coinvolti in un progetto di condividere i dati con qualsiasi software BIM compatibile. Questo approccio collaborativo, definito da buildingSMART International, si pone l'obiettivo di migliorare la qualità di edifici e infrastrutture, in particolar modo contribuendo a ridurre il rischio di errori durante le fasi della rielaborazione o del coordinamento multidisciplinare, fornendo allo stesso tempo ai proprietari pubblici e privati la possibilità di confrontare le proposte di progetto. L'interoperabilità software è resa possibile dall'implementazione degli scambi tra gli standard ISO-IFC, che attualmente costituiscono il punto di riferimento a livello mondiale.


Chi ha la responsabilità di determinare quali standard si applicano all'openBIM®? Qual è il ruolo di buildingSMART International?

buildingSMART è un'organizzazione mondiale che guida la trasformazione dell'economia dell'edilizia tramite la creazione e l'adozione di standard open e internazionali. buildingSMART sviluppa e gestisce gli standard di settore, ad esempio l'IFC, creato nel 1996 (anche gli standard COBie e BCF consentono questi scambi). l'IFC è standardizzato dalla International Standards Organization (ISO). Queste regole che stabiliscono uno standard comune consentono ai produttori di software, compreso Autodesk, di sfruttare un linguaggio comune per esportare e importare dati.
buildingSMART International partecipa attivamente allo sviluppo dell'IFC. L'organizzazione ha avviato diversi gruppi di lavoro nel mondo allo scopo di definire le esigenze degli utenti BIM. Inoltre, buildingSMART svolge un ruolo attivo nelle commissioni per la standardizzazione che definiscono i nuovi standard. Tutto ciò contribuisce al miglioramento delle librerie di oggetti e all'apertura dell'IFC a nuove discipline.


Qual è la differenza tra openBIM® e il programma Open BIM?

openBIM® è un approccio collaborativo supportato da buildingSMART International. Definisce i metodi di interoperabilità per il software BIM, comprese le soluzioni Autodesk per la comunicazione. Open BIM™ è un programma marketing commerciale di un gruppo di produttori di software.

Autodesk fa parte di buildingSMART International? Da quando Autodesk supporta l'openBIM®?

Autodesk è un membro attivo di buildingSMART International, fin dalla prima formazione di buildingSMART. Nel 1995 Autodesk diede vita ad un'alleanza privata di dodici società per dimostrare i vantaggi dell'interoperabilità tra diversi programmi software ad oggetti utilizzati nel settore edile. Dopo un anno di sforzi, nel 1996 fu fondata la International Alliance for Interoperability (IAI), che nel 2008 prese il nome di buildingSMART International. Autodesk fa parte dello Strategic Advisory Council di buildingSMART International, ovvero il livello massimo di partecipazione.
Fin dall'inizio delle sue attività nel 1982, l'interoperabilità è sempre stata parte del DNA di Autodesk. La società si impegna ad utilizzare l'openBIM® di buildingSMART e attualmente supporta 14 soluzioni Autodesk con scambio di dati IFC per agevolare la collaborazione aperta su diverse MDV (Model View Definition), compresa la vista di coordinamento 2x3 per Architecture, Structure e MEP. Inoltre Autodesk Revit offre già funzionalità IFC 4.0.


Ho sentito parlare del formato IFC. Ma come funziona esattamente?

Il formato IFC, come gli altri standard di settore, consente di scambiare dati tra diverse applicazioni software BIM. Lo sviluppo dello standard IFC estende l'approccio openBIM® a nuove discipline, per una collaborazione sempre maggiore sui progetti.


Quali soluzioni Autodesk sono compatibili con l'IFC?

Diverse soluzioni Autodesk BIM sono certificate IFC. Di conseguenza, esse consentono di scambiare dati con professionisti che utilizzano altri software con funzionalità IFC. Inoltre, Autodesk ha integrato l'IFC nel software Autodesk® Inventor® e nella piattaforma collaborativa A360 e in BIM 360.


Esiste una certificazione "openBIM®"?

Non è disponibile una certificazione "openBIM®" in quanto tale; tuttavia esiste una certificazione IFC, ovvero lo standard di scambio che consente i processi openBIM. Si tratta di un processo di certificazione per i produttori di software che rappresenta anche un punto di riferimento per gli utenti. buildingSMART gestisce le certificazioni software e le relative informazioni sul suo sito Web (a questo collegamento).


Desidero collaborare con una società partner che non utilizza software Autodesk. Come posso avviare una collaborazione?

Il formato di scambio di dati IFC, implementato in diversi software Autodesk, viene utilizzato anche da altri programmi. Se la società partner utilizza un software in cui è stata implementata la vista di coordinamento 2x3 certificata per IFC, sarà possibile condividere dati BIM, con un notevole risparmio di tempo da entrambe le parti per ciascun progetto.


openBIM® significa open source?

openBIM è un approccio collaborativo ai workflow dei progetti sponsorizzato da buildingSMART International. Open source è un software gratuito il cui codice sorgente è a disposizione di tutti. Autodesk partecipa all'openBIM tramite buildingSMART international.
Inoltre fornisce una libreria di software open source IFC per Revit con funzionalità di importazione ed esportazione. Si tratta di una caratteristica unica tra i principali produttori di software BIM.