Asset 12 Asset 10 Asset 15 Asset 15 autodesk_icon_font_04_06_16_kl Asset 11 autodesk_icon_font_04_06_16_kl autodesk_icon_font_1_18_17_start_over-01

Keyboard ALT + g to toggle grid overlay

Commonwealth Engineers adotta il 3D per rimanere competitiva

C'è una cosa che tutte le aziende, di qualsiasi dimensione, temono: non riuscire ad aggiudicarsi un contratto.

Questo è esattamente ciò che è successo a Commonwealth Engineers, che ha perso un contratto per un importante progetto di ingegneria e costruzione del valore di oltre 100 milioni di dollari, assegnato ad un'azienda nazionale. Per evitare di incorrere nuovamente in questo rischio, l'azienda ha deciso di introdurre alcune novità sostanziali.

Commonwealth Engineers, una piccola azienda con tre uffici dislocati nello stato dell'Indiana, si occupa principalmente di progetti di impianti idrici e fognari locali. Per anni l'azienda ha utilizzato i disegni 2D AutoCAD, fino a quando non è riuscita ad aggiudicarsi questo importante progetto. Quando i responsabili hanno chiesto al cliente i motivi della scelta, quest'ultimo ha risposto che l'azienda nazionale disponeva di funzionalità 3D che Commonwealth Engineers non era in grado di offrire. Il segnale era chiaro. Era giunto il momento di passare al 3D per aumentare la competitività dell'azienda.

actiflo-bldg
actiflow-building04

"Il presidente della nostra azienda, Al Stong, è stato il principale sostenitore dell'implementazione del 3D, dalla scelta del software fino alla formazione, al finanziamento e a tutto ciò che serviva a tale scopo", ha affermato Josh Wheatley, progettista e CAD Manager presso Commonwealth Engineers. "Ha voluto fortemente questo cambiamento, attribuendo la perdita del contratto principalmente ad un ritardo rispetto alle tecnologie 3D".

Oggi l'ufficio di Fort Wayne utilizza AutoCAD Civil 3D 2017 per quasi tutti i progetti, mentre gli altri uffici utilizzano un ambiente ibrido basato su AutoCAD Civil 3D e AutoCAD. Tutti i prodotti software Autodesk sono in abbonamento e la possibilità di accedere agli ultimi aggiornamenti ha segnato una vera e propria svolta. "Basta scaricare l'aggiornamento e il gioco è fatto", ha aggiunto Wheatley. "Autodesk ha svolto un ottimo lavoro nel semplificare gli aggiornamenti e le nuove versioni".

Commonwealth Engineers attualmente utilizza AutoCAD, AutoCAD Plant3D, Revit e Navisworks per la progettazione di alcuni degli impianti di dimensioni più grandi. Nella maggior parte dei casi, la scelta del software dipende dal tipo di progetto e dal prodotto Autodesk più adatto per svilupparlo. Ad esempio, per la progettazione di una conduttura idrica o di una rete fognaria viene utilizzato AutoCAD Civil 3D, mentre per un impianto per le acque reflue di grandi dimensioni vengono impiegati AutoCAD Plant 3D e Revit.

crown-point

Adattamento alla curva di apprendimento

Il passaggio al 3D di Commonwealth Engineers è stata indubbiamente una mossa ambiziosa, che ha richiesto dei periodi di formazione.

"Quando decidemmo di effettuare il passaggio, lavoravo come responsabile CAD e non mi occupavo molto di gestione o di progettazione", ha affermato Wheatley. "Ma il nostro presidente mi chiese di occuparmi di questa transizione. In questa fase, è stato fondamentale l'aiuto fornito dal rivenditore Autodesk IMAGINiT".

nappanee

Quando Wheatley iniziò a valutare le opzioni, cercò di immaginare quale fosse quella più adatta all'azienda. All'epoca, nello stato dell'Indiana c'era soltanto un'altra azienda nazionale più grande che si occupava di modellazione 3D. Si rese conto che quell'azienda disponeva delle risorse, del denaro, del tempo e della manodopera necessari per implementare e creare contenuti personalizzati. Commonwealth Engineers, invece, non aveva tempo per sviluppare tutti i contenuti.

"AutoCAD Plant 3D faceva perfettamente al caso nostro perché offriva cataloghi già pronti, con tutte le attrezzature e le tubazioni necessarie", ha aggiunto Wheatley. "Così scegliemmo di utilizzare questo software. Seguii un corso di formazione di base proposto da IMAGINiT, della durata di una settimana. All'epoca avevamo appena concluso il progetto di un nuovo impianto di trattamento, che impiegai come progetto pilota per imparare ad utilizzare Plant 3D. Inoltre, partecipai ad un altro corso di base su Revit, poiché la maggior parte dei subappaltatori di servizi, da quello strutturale a quello architettonico, meccanico ed elettrico, ora utilizza Revit. Adesso possiamo creare un modello a cui tutti possono lavorare contemporaneamente".

actiflo-bldg-1

I vantaggi del 3D

Il passaggio al 3D, oltre a garantire l'obiettivo di ottenere un vantaggio competitivo, ha fornito a Commonwealth Engineers altri benefici molto tangibili.

"Indubbiamente, i due vantaggi principali riguardano le competenze acquisite in materia di edilizia e marketing", ha affermato Wheatley. "La possibilità di definire il layout dell'impianto e delle attrezzature per le tubazioni, nonché la disponibilità di un modello permettono di individuare i conflitti prima del passaggio alla fase di costruzione. Siamo riusciti a risolvere molti problemi prima ancora che il progetto passasse all'appaltatore.

actiflo-bldg-1

"Inoltre, adesso che forniamo progetti completamente basati su modelli 3D, ci capitano molte più occasioni e proposte", ha aggiunto. "La possibilità di mostrare al cliente una panoramica animata del modello dell'impianto utilizzando un laptop e un proiettore è stata estremamente vantaggiosa. Mi permette di illustrare ai clienti tutti i dettagli del progetto, oltre ad offrirmi molti spunti per rispondere a domande specifiche rispetto alla semplice analisi di un disegno su carta".

Un nuovo modo di pensare

Nonostante Commonwealth Engineers abbia effettuato il passaggio al 3D da cinque anni, continua a formare i propri dipendenti specializzati in AutoCAD 2D per l'uso di AutoCAD Civil 3D, AutoCAD Plant 3D, Revit e così via. Wheatley ha dei consigli da dare ad altre aziende che si preparano ad adottare il 3D.

lowell

"Avendo partecipato alle conferenze Autodesk University per diversi anni, ho avuto l'opportunità di parlare di questo passaggio con molte persone", ha spiegato Wheatley. "Innanzitutto, non bisogna avere fretta e in secondo luogo è necessario organizzare con cura tutte le fasi della transizione. Lavorando per un'azienda di piccole dimensioni, ho avuto l'incarico di occuparmi del passaggio al 3D e della relativa implementazione e posso dire che si tratta di un cambiamento radicale, che non sarebbe stato possibile senza l'aiuto di tutte le persone coinvolte in questo processo".

ls-313

"Lo sviluppo di un disegno richiede procedure diverse ed è pertanto necessario creare workflow differenti", ha aggiunto. "I progettisti devono essere in grado di progettare un impianto con un approccio totalmente nuovo, che va oltre il semplice inserimento di piani, sezioni e note di revisione nei disegni. Il 3D richiede un modo di pensare completamente diverso ed è necessario essere preparati a questo cambiamento".

Alla luce del successo ottenuto da Commonwealth Engineers sin dall'inizio dell'implementazione, si tratta di una trasformazione che vale la pena intraprendere.

indy-office

Iscriviti per ricevere aggiornamenti e offerte

Registrati per ricevere aggiornamenti tramite e-mail con le offerte speciali e le ultime notizie.

Registrati subito
Iscriviti per ricevere aggiornamenti e offerte

Autodesk, the Autodesk logo, AutoCAD and TrustedDWG are registered trademarks or trademarks of Autodesk, Inc., and/or its subsidiaries and/or affiliates in the USA and/or other countries. All other brand names, product names, or trademarks belong to their respective holders. Autodesk reserves the right to alter product and services offerings, and specifications and pricing at any time without notice, and is not responsible for typographical or graphical errors that may appear in this document.